Morto suicida Alan Garcia, ex presidente del Perù

L’ex presidente peruviano Alan Garcia è morto suicida oggi a Lima. L’uomo, al governo dal 1985 al 1990 e nuovamente eletto per il mandato dal 2006 al 2011, si è sparato nella sua abitazione dopo essere stato messo al corrente del mandato di arresto emesso nei suoi confronti per presunti reati di corruzione.

A riportare la notizie sono stati immediatamente tutti i maggiori organi d’informazione del Paese latinoamericano. Garcia, si è sparato un colpo alla testa con una pistola proprio nel momento in cui alcuni agenti delle autorità peruviane si sono presentati a casa sua con un mandato di detenzione provvisoria di dieci giorni emesso dal giudice nell’ambito della maxi inchiesta sul caso “Odebrecht”.

Secondo l’accusa, la società di costruzioni brasiliana Odebrecht avrebbe versato nelle tasche dell’ex presidente peruviano attraverso le persone di Luis Nava, e suo figlio Josè Antonio, entrambi suoi stretti collaboratori, ben 4milioni di dollari di tangenti per aggiudicarsi l’appalto per la realizzazione della Linea 1 della metropolitana di Lima. Ricoverato d’urgenza presso l’ospedale Casimiro Ulloa di Lima, Garcia ha subito tre arresti cardiaci durante il delicato intervento chirurgico che sperava di salvargli la vita.

Membro del partito di centro-sinistra Alleanza Popolare Rivoluzionaria Americana (Apra), Alan Garcia era uno dei 9 imputati dopo l’ammissione degli stessi funzionari della Odebrecht che alla fine del 2016 hanno innescato un’indagine per corruzione ammattendo di aver ottenuto contratti lucrativi in America Latina tramite la concessione di “tangenti”. Come riportato dall’agenzia di stampa internazionale Reuters , lo scorso anno Garcia aveva chiesto asilo politico all’Uruguay dopo essersi rifugiato nell’ambasciata di Montevideo per sfuggire alle indagini, ma il paese latinoamericano aveva respinto la richiesta.

Abile oratore, e politico apprezzato, aveva 69 anni, è stato alla guida del suo partito per decenni, vincendo due volte le elezioni. Il ministro degli Interni Carlos Moran ha dichiarato alla stampa che Garcia si sparato subito dopo aver detto agli agenti di polizia che lo erano andati a prelevare nella sua abitazione che doveva chiamare il suo avvocato prima di essere arrestato.  “È entrato nella sua stanza e ha chiuso la porta dietro di lui”, hanno dichiarato i testimoni, dopo pochi minuti il rumore di un colpo d’arma da fuoco ha spinto i poliziotti ad irrompere nella stanza. Garcia giaceva atterra con una vistosa ferita alla testa. 

Sarebbe stato il terzo presidente peruviano ad essere accusato, e forse incarcerato, per il caso tangenti innescato dalle dichiarazioni della Odebrecht, dopo Ollanta Humala e Pedro Pablo Kuczynski. Arrestato la scorsa settimana.

 

L’articolo Morto suicida Alan Garcia, ex presidente del Perù proviene da Gli occhi della guerra.