L’Istat rileva i dati relativi all’export delle regioni italiane nel quarto trimestre 2018

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

Agenpress. “Si stima una crescita congiunturale delle esportazioni per il Centro (+3,9%) e per il Nord-est (+2,5%), un lieve calo per il Nord-ovest (-0,4%) e una più marcata flessione per il il Sud e Isole (-5,7%).”
L’Istat rileva i dati relativi all’export delle regioni italiane nel quarto trimestre 2018. Un impulso positivo alla crescita dell’export nazionale nel corso dell’anno scorso deriva in particolare dalle vendite della Lombardia verso Germania (+6,1%), Stati Uniti (+10,5%), Svizzera (+11,2%), Francia (+4,4%) e Spagna (+7,5%) e della Toscana verso la Svizzera (+23,7%).
Nel 2018, rispetto all’anno precedente, – spiega sempre l’Istat – la crescita dell’export risulta positiva “per tutte le ripartizioni territoriali. Si conferma molto sostenuta per le Isole (+12,2%) superiore alla media nazionale per il Nord-est (+4,3%) e il Nord-ovest (+3,4%) e più contenuta per il Sud (+2,5%) e, in particolare, per il Centro (+1,0%)”.
Tra le regioni più dinamiche all’export si segnalano Molise (+46,0%), Calabria (+15,9%), Valle d’Aosta (+9,1%) e Umbria (+8,7%) che tuttavia hanno un impatto molto contenuto (+0,1 punti percentuali) sulla crescita dell’export nazionale.
Mentre le regioni Sicilia (+15,3%), Friuli Venezia-Giulia (+5,9%), Emilia-Romagna (+5,7%) e Lombardia (+5,2%), pur registrando in media incrementi meno marcati, contribuiscono per quasi 3 punti percentuali alla crescita complessiva dell’export. Invece si registrano segnali negativi per Liguria (-6,7%), Lazio (-4,3%), Puglia (-2,2%) e Marche (-0,9%).

L’articolo L’Istat rileva i dati relativi all’export delle regioni italiane nel quarto trimestre 2018 proviene da Agenpress.

 

Mia Immagine

Richiedi informazioni per finanziamenti e agevolazioni

Mia Immagine

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: